Pandoro

Pandoro ! 

Il Pandoro uno dei dolci natalizi più conosciuti e amati in Italia. 

Le origini della ricetta risalgono ai tempi dell’antica Roma, viene citato in un manoscritto del 1 secolo d.C, pare che derivi anche dal “Pan de oro” che veniva servito intorno al XIII secolo sulle tavole dei nobili veneziani.

La ricetta come la conosciamo oggi , risale all’Ottocento, come evoluzione del nadalin, un dolce veronese tipico natalizio. 

Il 14 Ottombre 1894 Domenico Melegatti, deposito il brevetto di un dolce morbido e dal caratteristico corpo a  forma di stella a otto punte.

Dopo una breve introduzione sulla nascita del pandoro passiamo alla ricetta che di per se è facile, la difficoltà sta nella preparazione, lunga e laboriosa.

Ingredienti : 

Per Lievitino :

  • 100 gr. Farina di Manitoba
  • 100 ml. Acqua 
  • 5 gr. Lievito di birra 
  • 5 gr. Zucchero

Secondo impasto : 

  • 200 gr. farina di Manitoba 
  • 50 gr. Zucchero a velo 
  • 1 uovo 
  • 50 ml. Acqua 
  • 5 gr. Lievito di birra 

Terzo impasto : 

  • 520 gr. Farina di Manitoba 
  • 140 gr. Zucchero a velo 
  • 150 gr. Burro 
  • 2 uova + 1 tuorlo 
  • 2 bustine di vanillina 
  • 1 pizzico di sale 

Procedimento : 

Il lievitino : 

  1. Sciogliere il lievito di birra fresco nell’acqua tiepida con lo zucchero e mescolate con un cucchiaio di legno. 
  2. Mescolare il li vieto disciolto nella farina mescolare sempre con il cucchiaio di legno fino ad ottenere la pastella. Coprite con la pellicola trasparente e mettete a lievitare per un’ora in un ambite tiepido senza correnti d’aria. Io l’ho messo nel forno tiepido ma spento dopo averlo accesso per 2 minuti a 180°C.

imageimageimageimageimage

Secondo impasto : 

  1. Trascorso l’ora prepariamo il secondo impasto.
  2. In una ciotola capiente setacciate la farina e unite anche lo zucchero a velo anch’esso setacciato.
  3. Unite il lievitino e l’uovo.
  4. Sciogliere il lievito nell’acqua tiepida e unirlo all’impasto. 
  5. Mescolare tutto con il cucchiaio di legno si otterrà un costo molto appiccicoso. Coprirlo con pellicola e fatelo lievitare per 90 minuti o finché non raddoppia di volume.

imageimageimageimageimageimage

 

Terzo impasto : 

  1. Mescolate con le mani la farina con il burro e lo zucchero fino ad ottenere un composto sbricioloso.
  2. Unite il secondo impasto al composto.
  3. Aggiungete 2 buste di vanillina, il pizzico di sale le uova e il tuorlo.
  4. Mescolate bene con le mani su un piano di lavoro finché non ottenete una pasta vellutata e morbida senza grumi.
  5. Mettete in una ciotola coprite con la pellicola e lasciate lievitare per 90-120 minuti o finché non raddoppia di volume.
  6. Ora imburrate la forma del pandoro con del burro e foderatela con della carta forno. Lo stampo da pandoro che ho io è da 750 gr. , siccome l’impasto è di più ho diviso impasto in 2 parti , una più grande dell’altra, e ho foderato in altro stampo di circa 18 cm.
  7. Passate le ore di lievitazione dividete impasto, rimodellatelo e fate 2 palline. 
  8. Sistemate la pallina più grossa nel forma di pandoro e fatela aderire bene in tutte le punte.
  9. Quella più piccola nell’altra forma. Fate lievitare ancora finché impasto non supera lo stampo, quindi per circa 2.30/3h .
  10. Maneggiate gli stampi con l’impasto, preriscladate il forno a 160°C statico per 20 minuti , poi abbassare la temperatura a 140°C per altri 35 minuti. 
  11. A cottura ultimata , fate raffreddare gli impasti poi toglieteli e spolverizzateli con classico zucchero a velo. 

imageimageimageimageimageimageimage

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

imageimage image image

Ecco a voi il Pandoro ! Il nostro tipico dolce natalizio !

Io ho ho fatto più di un tentativo per avere un pandoro abbastanza simile a quello che compriamo quindi non demordete ! Provate e riprovate !

image

 

 

 

 

Precedente Bastoncini di zucchero Successivo Casetta di biscotto

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.